Animali dopo l’uomo – un atlante naturalistico del futuro remoto

Parliamo di:

Animali dopo l’uomo
Dougal Dixon
Rizzoli, 1982
124 pagine, cartonato con sovra coperta
ISBN A000178176
(Valutazione: 15-30€)

Quando Dixon diede alle stampe “Animali dopo l’uomo” (After Man: A Zoology of the Future, 1981), inventò un genere letterario, la cosiddetta `biologia speculativa’. A metà tra fantascienza (hard), movimento artistico e divulgazione, la biologia speculativa illustra scenari ipotetici sull’evoluzione della vita al fine di intrattenere, ma anche di informare sulle teorie scientifiche contemporanee.

Il libro di Dixon si basa su uno spunto estremamente suggestivo: scrivere una guida alle specie animali che saranno sulla terra 50 milioni dopo la scomparsa dell’uomo, avvenuta per il collasso dell’ecosistema che lo sosteneva (sviluppo non difficile da immaginare). Dixon é un geologo; seppur di fantasia, la sua opera ha un rigoroso taglio scientifico. Le sue ipotesi su quali specie si estingueranno, quali saranno molto diverse da come le conosciamo, e come lo saranno, si basa esclusivamente sui presupposti e le possibilità offerte dalla teoria dell’evoluzione. Il risultato é un libro istruttivo, ma allo stesso tempo estremamente affascinante, ricco di dettagli gustosi ed immagini evocative.

Ecco una galleria fotografica, corredata di commenti.

IMG_9289IMG_1647

IMG_5850

La prima parte del libro espone i principi di base della teoria dell’evoluzione, insieme ad una storia di come le specie animali si sono evolute sulla terra. Questa sezione ha l’importante funzione di spiegare la metodologia utilizzata dall’autore per “predire” il futuro. L’idea é che le specie si evolveranno secondo gli stessi principi che hanno seguito nei millenni precedenti.

IMG_4136

Una pagina di spiegazione della teoria dell’evoluzione.

IMG_7683

Con questa doppia pagina comincia la parte “fantascientifica” del lavoro.

IMG_8033

Un principio dell’evoluzione é che, quando una specie che occupava una certa nicchia evolutiva declina, un’altra si evolverà fino a prendere il suo posto. L’autore immagina che i conigli colmeranno la nicchia lasciata libera dai cervi. Cresceranno di dimensioni e cambieranno il loro modo di deambulare (quindi la forma degli arti), in un modo che ricorda lo sviluppo dei cavalli dalla preistoria ad oggi.

IMG_5239

50 milioni di anni dopo la scomparsa dell’uomo, non solo le specie animali, ma anche le terre emerse appariranno differenti, per via della deriva dei continenti. L’autore immagina che su una delle nuove isole costituitesi, Batavia (al largo dell’Africa), i pipistrelli abbiano prosperato e si siano evoluti nelle direzioni più disparate ed inaspettate. Osserviamo dunque mostruosi pipistrelli corridori giganti, altri con capo a forma di fiore per attirare le prede, altri addirittura divenuti cacciatori acquatici.

IMG_4214

L’autore dimostra una notevole fantasia anche nell’immaginare nuove soluzioni di mimetismo animale. Ad esempio questo uccello apre la bocca fino a sembrare un fiore, catturando così le proprie prede in modo simile alle piante carnivore.

IMG_4618

Nonostante si tratti in fondi di un gioco di fantasia, il taglio dell’opera é piuttosto rigoroso e preciso. L’apparato grafico é ricco, non solo di figure di animali ma anche di grafici esplicativi. Questo ad esempio illustra la divergenza delle varie specie animali nel corso dei 50 milioni di anni che intercorrono dalla scomparsa dell’uomo al momento preso in esame dall’autore.

Valutazione e reperibilità: uscito in un’unica edizione italiana e mai ristampato, si tratta di un volume abbastanza raro. Può risultare irreperibile attraverso qualsiasi canale per diversi mesi. Quando una copia appare, di solito il costo é ragionevole, poiché la domanda non é particolarmente pressante. La valutazione si aggira sui 15-30€.

Si segnala un seguito all’opera prima di Dixon, mai tradotto nel nostro paese: Man After Man – An Anthropology of the Future (1990). Il focus é sull’adattamento dell’uomo a vivere in condizioni ambientali estreme, risultato dell’ingegneria genetica. Un libro forse meno verosimile e riuscito di quello sugli animali, ma comunque corredato di un apparato grafico molto accattivante. A differenza del primo After Man, questo secondo volume non é mai stato ristampato, e le quotazioni sul mercato anglosassone sono molto sostenute (tra i 100 ed i 200$).

Annunci

Un pensiero su “Animali dopo l’uomo – un atlante naturalistico del futuro remoto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...